Le buone abitudini

Suggerimenti sulle due ruote che possono sembrare banali ma che non lo sono.

La tua due ruote deve essere in ottimo stato, ed è importante sempre effettuare una manutenzione prima di un viaggio di qualsiasi tipo, una controllata al livello dell’olio e ai freni può essere veramente utile a evitare degli inconvenienti.

Verifica la pressione dei pneumatici e se l’usura non è sufficiente per portare a termine il tour, sostituiscili, non è detto che in viaggio sia facile reperire nuove coperture adatte alla nostra moto e i prezzi potrebbero essere una cara sorpresa.

Porta con te sempre accessori o attrezzi che ti possono essere utili in caso di piccolo guasto.

P.s. non dimenticare di fare il pieno!

 

L’abbigliamento tecnico stagionale è fondamentale per viaggiare comodi e sicuri. Quindi: casco (meglio se integrale o modulare), giacca e pantaloni con adeguate protezioni per gomiti, spalle e ginocchia, senza scordare l’irrinunciabile paraschiena. Evita di andare in ciabatte… stivali o scarpe da moto ti proteggeranno.

Abbigliamento antipioggia? Di sicuro, se non lo porti con te, la mitica nuvoletta di Fantozzi ti farà da zavorra.

Ricordati i documenti da portare in viaggio (semmai anche in formato digitale o con delle fotocopie): carta di circolazione, patente, carta d’identità e/o passaporto.

Numeri d’emergenza o dell'”Europe Assistance”, non sono mai di troppo come le doppie chiavi della moto e dei bauletti… sempre che tu non sia il nipote di Arsenio Lupin

 

Per la guida in gruppo: non fare il gufo sulla spalla di chi ti precede ma non perderlo nemmeno di vista, la giusta misura è un’ottima compagna di viaggio.

Se perdi la moto dietro di te attendila al prossimo punto d’incontro dove il centauro ti raggiungerà seguendo le indicazioni del viaggio. 
Road-book e navigatori GPS sono indispensabili ma valuta sempre di persona la strada senza sopravvalutare le tue capacità per affrontare ogni condizione dell’asfalto e dei percorsi, ancor di più se affronti un tour in solitaria… non fare mail il passo più lungo della moto.

Impara a conoscere i tuoi limiti!

Un viaggio, anche se corto, è fatto di tappe ben precise… cerca di essere sempre puntale così da rispettare le tempistiche prestabilite.
In gruppo, attendere e farsi attendere potrebbe tramutare la vostra moto in una zucca trainata da topolini. Se sei da solo sii ancora più attento sia mai che torni tardi a casa o che finisci la benzina. Se per qualsiasi motivo devi modificare il percorso del viaggio, avvisa sempre i compagni di viaggio o chi ti aspetta.

 

Sicurezza per te, per il tuo passeggero e per la moto. Non sovraccaricare il tutto troppo con i bagagli eccessivi o mal posizionati… e lasciati sempre un piccolo spazio di scorta per i souvenir.

Viaggio lungo o il solito giro della domenica? Poco importa, sarà sempre indimenticabile!
Piccola telecamera, macchina fotografica tra le mani del passeggero vanno benissimo ma non pensare di farti un selfie con il cellulare mentre guidi… finiresti solo per fare un frontale e non con il panorama!

Il saluto tra motociclisti? Ok, ma non serve fare gesti da equilibristi, un semplice gesto con il casco o con la mano sempre ben salda al manubrio vanno benissimo.

 

 

“Casco in testa ben allacciato,

luci accese anche di giorno,

e prudenza, sempre!”

Cit. Nico Cereghini

 

 

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva